La cromoterapia


I colori fanno parte da sempre del nostro mondo, sono collegati alla luce, alla natura, ad ogni materia, che sia organica o inorganica.
Prima di vedere come funzionano i colori sul nostro organismo, dobbiamo comprendere le basi della cromoterapia.



IL CONCETTO DI ONDA 

Ci sono due principali sensazioni degli esseri viventi:
la luce e il suono.
La luce e il suono sono acomunate da basi fisiche comuni, cioè: la capacità di vedere e quella di sentire sono legate all aricwzioni di particolari onde che si propagano nell'ambiente circostante e vengono recepite da specifici organi sensoriali.
Facciamo un esempio:
Immagniamo che un sasso (chiamiamolo Willy) cada in uno stagno, possiamo notare che l'acqua, inizialmente liscia, viene mossa dalla caduta di Willy. Questo causa una rapida compressione dell'acqua circostante, per cui si genera una serie di onde che si propagano a cerchi concentrici ad una certa velocità.
Ciò significa che l'energia ceduta all'acqua dall'azione di Willy (cioè il fatto di cadere dentro l'acqua) viene trasportata dalle onde.
Analogalmente, le corde di una chitarra, le corde vocali di un essere vivente generano onde sonore.


LA LUCE COME ONDA
Un fenomeno concettualmente simile seppur meno tangibile è quello relativo alla generazione e alla propagazione di un campo elettromagnetico, per esempio:
La chiamata ad un nostro amico/a, si traduce, grazie all'ingegneria elettronica, in un periodico squilibrio di cariche elettriche oscillanti all'interno dell'antenna.
Tutto ciò genera un' onda elettromagnetica che si propaga nello spazio. Questa onda, da noi generata, viene recepita da un'altra antenna ed elaborata. Quindi possiamo affermare che: "le radiazioni (o onde) elettromagnetiche sono fasci di particelle (fotoni)".


DALLA LUCE AI COLORI
Il sole è la nostra massima sorgente di luce. Esso emette, oltre alla luce bianca, anche raggi infrarossi, ultravioletti e raggi gamma, invisibili ai nostri occhi. Nella luce bianca (detta anche luce policromatica) sono comprese diverse radiazioni monocromatiche, ciascuna delle quali corrisponde ad una specifica frequenza e che l'occhio umano percepisce come colori.
Come fu dimostrato dall'esperimento di Newton, facendo passare un fascio di luce bianca attraverso un prisma di cristallo posto in una camera oscura, questo (il fascio di luce) si scompone nelle diverse radiazioni monocromatiche che costituiscono lo spettro della luce visibile, cioè i sette colori dell'arcobaleno. Essi sono, in ordine crescente di frequenza: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto. Il colore è quindi la percezione di una ristretta banda di onde elettromagnetiche che colpiscono la retina.

COME UTILIZZARE AL MEGLIO I BENEFICI DELLA LUCE SOLARE
- è importante cercare avere un'alimentazione ricca di sotanze antiossidanti; di vitamine C, E, A (betacarotene), selenio; verdura e frutta (meglio se lavate con bicarbonato per rimuovere la maggior parte dei pesticidi), affinchè la la luce del sole possa agire positivamente;

- vanno evitate le esposizioni prolungate al sole intenso e vanno dosati i tempi di esposizione. Per la protezione solare è meglio utilizzare filtri fisici piuttosto che quelli chimici, aiutandosi con indumenti e cappelli per prottegersi da un'eccessiva radiazione;

- limitare, quando possibile e quando la luce non è troppo intensa, l'uso degli occhiali da sole;

- evitare lampade abbronzanti ad alta potenza quando il corpo non è preparato. Per sfruttare l'azione benefica dei raggi UV, vanno meglio le lampade abbronzantu con potenze ridotte rispetto a quelli dei centri abbronzatura, da usare tenendole a distanza maggiori di quelle suggerite per abbronzarsi;

- in gravidanza esporsi con regolarità alla luce solare stando all'aria aperta possibilmente nella natura. Fare lo stesso con il bambino nei primi mesi dopo la nascita. Uno studio scientifico condotto per oltre 10 anni ha dimostrato che chi è nato nei mesi in cui l'esposizione solare è maggiore, ha raggiunto una maggiore altezza.

- svegliarsi con la luce: aprire la finestra ed esporsi alla luce del sole;

- cercare di stare all'aperto per almeno un'ora al giorno, meglio la mattina.


GLI EFFETTI DEI COLORI SULL' UOMO
Il colore, come forma di energia, è attivo a tutti i livelli del nostro essere: fisico, mentale, emozionale e spirituale. Il suo effetto sul nostro corpo non dipende solo dalla vista: gli strati superficiali della pelle e la calotta cranica sono particolarmente ricettivi nei confronti della luce.
Il colore non è un fenomeno puramente fisico; in realtà è il risultato di un equilibrio di fattori: la capacità ricettiva degli occhi, le caratteristiche del cervello, la combinazione di gas, umidità, e particelle di polvere presenti nell'atmosfera che filtrano, riflettono e rinfrangono i raggi luminosi.
La percezione di un colore evoca una risposta specifica e complessa sia a livello fisiologico, posturale, e motorio, sia a livello affettivo e ideativo.
Il significato dei colori è oggettivo e universale, l'atteggiamento verso di essi è soggettivo e relativo.

In principio la vita dell'uomo era regolata da due fattori:
notte - oscurità (colore blu scuro) --> induceva pasività, immobilità, rallentamento metabolico;
giorno - luce (colore giallo lucente) --> induceva possibilità di azione, aumento del metabolismo e delle attività endocrine, fonte di energia e stimolo.

Si è cosi creata a livello psicocorporeo l'associazione: blu scuro = calore, quiete, passività
e giallo lucente = attività, speranza (permette l'attività ma non la impone)

Per l'uomo primitivo l'attività comprendeva due forme:
attacco = caccia, conquista, possesso: rappresentato dal rosso (sangue)
difesa = conservazione di se stesso: rappresentato dal verde (vegetazione)

SIGNIFICATO DEI COLORI

ROSSO
"Immaginiamo la lava"
Il rosso è associato all'istinto, al desiderio, alla sessualità. Chi è attratto dal rosso presenta in genere una personalità vivace, piena di energia, con un buon rapporto con la sessualità, vuole che la sua attività gli porti intensità di esperienza e pienezza di vita; è estroverso e pronto all'azione. Quando però è in eccesso, questo colore rivela difficioltà a contenere le proprie pulsioni, eccessiva istintività. Chi rifiuta il rosso, non gli attribuisce un significato di potenza, bensì lo vive come qualcosa di minaccioso, ciò indica un bisogno di protteggersi da qualcosa. Nel contempo, il sopravvenire del rifiuto del rosso può rappresentare un naturale meccanismo compensatorio qualora esso diventi in eccesso.
Alza la pression arteriosa, aumenta la frequenza respiratoria, stimola la'attività nervosa e ghiandolare, attiva il fegato, i nervi sensitivi, e tutti i sensi.
La sua percezione sensoria è l'appetito, il suo contenuto emotivo è il desiderio, i suoi organi i muscoli striati e volontari, il sistema nervoso simpatico e gli organi della riproduzione.
Il rosso è indicato se sono carenti energie mentali, se c'è un raffredamento delle emozioni, apatia e poco coinvolgimento nelle proprie attività e in caso di stanchezza fisica e deperimento, anemia con riduzione dei globuli rossi, stati depressivi, convalescenza dopo malattie debilitanti. Per il suo potere decongestionante il rosso serve nelle forme dolorose croniche, soprattutto a carico dell'apparato osteoarticolare, stimola la cicatrizzazione nei tessuti.
Le controidniccazioni sono: negli stati infiamatori acuti o quando nell'organismo c'è già troppo rosso (faccia arrossata, febbre, eccitazione, ipertensione, infiamazioni ecc.), nelle forme dolorose acute, dove va utilizzato il colore azzurro-blu, nei disturbi mentali, ansia, agitazione, componenti maniacali. Affinità con il primo chakra, centro coccigeo.
SIGNIFICATI SIMBOLICI
Vita, energia, calore, sangue, azione, attività, dinamismo, stimolazionw, eccitazione, vitalità, potenza, istinto, aggressività, coraggio, competività, guerra, morte, amore, sessualità, passione.
Affinità con il primo chakra, centro coggieo.
Frequenza: 396-484 HZ



ARANCIONE
"Immagina il sole che riscalda la terra"
Chi predilige l'arancione è aperto e socievole ma tende ad essere riservato con gli estranei. Regola l'attività respiratoria, i processi assimilativi e circolatori, stimolando e accentuando il numero di pulsazione cardiache, senza influenzare la pressione arteriosa, espande i polmoni, è indicato in caso di asma bronchiale e per sciogliere la tosse e il catarro, stimola l'attività della ghiandola tiroidea e la produzione del latte materno, aiuta a dissolvere l'energia che si è cristallizzata sotto forma di calcoli renali e biliari, migliora il metabolismo del calcio ed è utile per i reumatismi, stimola l'appetito. Per il suo effetto di distensione e integrazione, che unifica e nel contempo espande, può essere effiace iin caso di rughe.
A livello mentale aiuta ad assimilare nuove idee e a dissolvere preconcetti, migliora l'intelletto, ravviva i sentimenti, e induce senso di benessere.
aiuta in caso di apatia, procastinazione eccessiva, insoddisfazione, pessimismo, depressione e paura; per quest'ultima si alterna con azzurro-blu. Aumenta l'ambizione, restituisce l'entusiasmo in chi è svogliato nel lavoro.
Affinità con il secondo chakra, centro dell'addome.
SIGNIFICATO SIMBOLICO
Unisce la luce del giallocon la forza del rosso. Gioia, energia, calore, vitalità,allegria, rinnovamento, illuminazione spirituale.
Affinità con il secondoo chakra, 4 dita sotto l'ombelico.
Frequenza: 484-508 HZ



GIALLO
(l'ho evidenziato sennò non si vedeva la scritta)
"Immaginiamo l'energia radiante della luce solare"
Attiva i nervi motori, il sistema nervoso, la pressione sanguigna, la frequenza delle pulsazione e della respirazione in modo simile al rosso ma meno stabile. La persona associata è attiva ed estroversa, allegra, originale, variabile, entusiasta, determinata. Acuisce percezione sensoria, apre alla speranza, all'ottimismo, spinge verso tutto ciò che è nuovo, esprie l'affettività non inibita, l'aprirsi e il rilassarsi.
La ricerca e la scelta di questo colore denota la ricerca di liberazione da pesi, problemi fastidiosi e restrizioni, se in eccesso c'è il rischio di avere troppa fiducia nelle proprie capacità, di fuggire dall'introspezione, dai momenti di riflessione e di disperdere energie.
L'uso terapeutico del giallo è indicato per gli stati depressivi, allegerisce dalle preocupazioni.
Adatto negli ambienti di studio perchè stimola la memoria e tiene l'attenzione, quindi è utile se si soffre di cattiva concentrazione e/o confusione mentale. Inoltre adatto anche dove avvengono rapporti interpersonali perchè stimola l'estroversione e la capacità di comunicazione.
Indicata nei disturbi digestivi, stitichezza, nei problemi epatici, attiva le secrezioni biliari, aiuta ad eliminare i parassiti intestinali, riduce il gonfiore addominale, purifica la pelle. Le controindicazioni sono: febbre, infiammazione acuta, nevralgie, sovraeccitazione, palpitazione, diarrea.
SIGNIFICATO SIMBOLICO
Luce, irraggiamento, sole, giorno, luminosità, illuminazione, chiarezza, conoscenza, movimento, liberazione, leggerezza, cambiamento, futuro, fuga, dispersione, evanescenza, instabilità, esaltazione, evoluzione, maturità, completezza, asprezza, acidità, malattia, emarginazione.
Affinità con terzo chakra, plesso solare.
Frequenza: 508-528 HZ




VERDE
"immaginiamo il fogliamo sotto la pioggia"
Il verde è il colore della natura ed è associato, da sempre, in tutte le culture, al regno vegetale che si rigenera. È simbolo di rinnovamento ma anche di equilibrio e stabilità, rappresenta la giovinezza, lo sviluppo, l’inesperienza, la fertilità e la nuova vita. Tradizionalmente simboleggia anche l’invidia, la gelosia e la superstizione. Ha un effetto calmante sul sistema nervoso.
Psicologicamente esprime la volontà di operare, la perseveranza, la tenacia.
Questo colore influenza la pressione sanguinga in modo insolito: la sua componente gialla spinge il cervello ad agire vitalità, mentre quella azzurra modera la pressione, l’effetto finale è riequilibrante, rilassante e tonificante al tempo stesso. È applicato per somatizzazioni comuni collegati allo stress come ulcera gastroduodenalele, disturbi cardiaci, ansia, cefalea, insonnia,
SIGNIFICATO SIMBOLICO
Natura, vegetazione, clorofilla, vita, rigenerazione, rinascita, giovinezza, primavera, albero, permanenza, stabilità, continuità, conservazione, equilibrio, sicurezza, longevità, forza, resistenza, rigidità, guarigione, salute, difesa, controllo.
Affinità con il quarto chakra, centro del cuore.
Frequenza: 528-606 HZ



AZZURRO-BLU
“Immagina il cielo di prima mattina, senza nuvole” (tonalità azzurro)
“Immagina le profondità del mare” (tonalità blu)
È il colore della calma e dell’infinito, della pace, della serenità emotiva e dell’armonia.
Nell’antichità si attribuivano all’azzurro qualità divine, poiché è il colore del cielo, sede degli dei.
Per questo l’azzurro è strettamente legato agli aspetti trascendentali, spirituali dell’esistenza.
Quando l’azzurro si scurisce verso l’indaco indica tendenza alla profondità, all’introspezione e alla meditazione, fino a sconfinare nella malinconia, se invece si avvicina all’azzurro chiaro queste caratteristiche si tramutano in spensieratezza, serenità ed estroversione, quando sfuma verso il verde rileva una tendenza all’autodeterminazione.
In cromoterapia l’azzurro viene utilizzato per la sua aziéoneantisettica, antinfiammatoria e analgesica. Le principali indicazioni sono: infiammazioni e infezioni quali mal di gola, raucedine, stomatiti, gengiviti, mal di denti, vaginiti, ma anche arrossamenti e bruciature cutanee, irritazione degli occhi.
I bambini inquieti dovrebbero fare i compiti sotto. La luce azzurra, colore del silenzio, quiete e moderazione.
Quando si ha la sensazione di essere sempre di fretta e di non avere il tempo sufficiente per i propri programmi giornalieri, l’azzurro può stabilizzare i ritmi.
SIGNIFICATO SIMBOLICO
Distensione, quiete, cielo, infinito, mare, profondità, serenità, raccoglimento, calma, silenzio, armonia, incontro con il trascendente, divino, spirituale, saggezza, protezione, rifugio, madre, amore, legame, fusione, dolcezza, tenerezza, pienezza, rotondità, unione, fedeltà, sentimento, ricordo, introversione, malinconia, nostalgia, abbattimento.
Affinità con il quinto chakra, centro della gola.
Frequenza: 606-631 HZ


INDACO
“Immaginiamo il cielo stellato in una notte senza luna”
L’indaco è il penultimo colore dello spettro e corrisponde ad una tonalità di blu scuro. Il suo campo di applicazione è lo stesso dell’azzurro, ma con un effetto più profondo: rappresenta l’intuizione e sostiene l’attività meditativa. Tradizionalmente governa la visione fisica e superiore, quella corrispondente al “terzo occhio”. Situato al centro della fronte e che presiede alle funzioni psichiche più elevate. Per la sua alta vibrazione, l’indaco ha la capacità du allargare la nostra percezione, e la nostra comprensione. Ha un effetto anestetico ed emostatico. È indicato nei problemi di vie respiratorie, disturbi nasali, dell’orecchio, epistassi, riduzione dell’olfatto, ipertiroidismo, disturbi nervosi con un a componente ossessiva.
Affinità con il sesto chakra, centro della fronte.
Frequenza:  631-668 HZ


VIOLETTO
“Immaginiamo il crepuscolo che avanza”
Il violetto si trova all’estremo limite della gamma dei colori visibili, vicino alle radiazioni ultraviolette. Era conosciuto fin dall’antichità come il colore dello spirito, poiché la sua frequenza elevata stimola le energie sottili, favorisce la meditazione e agisce sullo psichico e sull’inconscio, dando forza spirituale e ispirazione. È collegata alla fantasia, alla creatività artistica, alla comprensione intuitiva e sensibile, all’unione mistica.
Nella cromoterapia è usato contro la caduta dei capelli, la cellulite, nevralgia e sciatica, crampi e reumatismi, malattie dei reni e vescica, per disturbi della milza e per attivare la circolazione linfatica.
SIGNIFICATO SIMBOLICO
Ignoto, fuori dall’ordinario, mistero, fantasia, intuizione, occulto, magia, metafisica, misticismo, seduzione, suggestione, attrazione, ambiguità, creatività.
Affinità con il settimo chakra, della corona.
Frequenza: 668 -789 HZ


Vi ringrazio per aver letto fino a qui, grata per la vostra attenzione
Buona giornata e un abbraccio di luce







Fonti da: libro "cromoterapia - come curarsi con i colori" di Francesco Padrini- Maria teresa Lucheroni